Tematiche di ricerca

Le discipline geologiche forniscono dati ed informazioni di base per la conoscenza dei sistemi geotermici. Tra questi l'assetto stratigrafico e strutturale di un'area geotermica sono indispensabili per la ricostruzione di modelli concettuali di campi geotermici e per la interpretazione delle prospezioni geofisiche, idrogeologiche ed idrogeochimiche utilizzate per individuare e gestire le risorse geotermiche.
La vulcanologia ed in particolare la geologia del vulcanismo e discipline vulcanologiche specifiche quali lo studio dei sistemi di alimentazione dei vulcani che consentono di individuare la profondità delle camere magmatiche attraverso metodologie geobarometriche petrologico-geochimiche, principalmente lo studio delle inclusioni silicatiche nei fenocristalli dei magmi eruttati, il volume delle camere magmatiche dei vulcani attraverso ...
Le prospezioni geochimiche delle acque sotterranee rappresentano un metodo di indagine che consente di ricostruirne i circuiti, di caratterizzarne il bacino di alimentazione di risalire alle temperature alle quali sono state in equilibrio in profondità e di evidenziare fenomeni di mescolamento. Questo tipo di indagine ha il vantaggio di essere rapido, efficace e relativamente poco oneroso dal punto di vista economico. Per questi motivi la prospezione idrogeochimica costituisce uno strumento di basilare importanza ed impiegato largamente nell'esplorazione geotermica.
Le inclusioni fluide sono porzioni di fuso silicatico, di fluidi a varia salinità o di vapore intrappolate da un cristallo in condizioni intratelluriche. Le inclusioni forniscono perciò direttamente risultati quantitativi su temperatura, pressione e composizione dei fluidi del loro ambiente di formazione, sia questo magmatico, idrotermale, sedimentario o metamorfico. Osservate a temperatura ambiente le inclusioni fluide possono essere costituite da vari componenti: fasi minerali, fuso silicatico sotto forma di vetro, fluidi a varia salinità, vapore. Le dimensioni di un'inclusione possono essere molto varie, da inferiori a 5 micron a...
I Sistemi Informativi Geografici (GIS) sono nati dall'esigenza di poter disporre di potenti strumenti per la raccolta e l’elaborazione delle informazioni, al fine di poter mettere a disposizione dei responsabili di decisioni operative, tutti i dati necessari per effettuare le migliori scelte possibili. Un GIS è una tecnologia ormai matura, costituita dalle apparecchiature, dal software, dalle applicazioni e dalle persone che hanno il compito di acquisire, organizzare, elaborare e restituire i dati...
Tra le tematiche attuali di ricerca appare particolarmente promettente l'applicazione alla geotermia delle prospezioni VLF associate a metodologie idrogeochimiche e geologiche. La problematica più importante e critica della ricerca e dello sfruttamento di risorse geotermiche è senz'altro legata alla individuazione di serbatoi geotermici permeabili. La tecnica VLF basata sulla propagazione di onde elettromagnetiche a bassa frequenza nel sottosuolo consente di individuare corpi idrici anche profondi attraverso l'analisi dei segnali elettromagnetici...